HOME Notizie Presentato il libro di Giacomina Penna "Sassano, la sua storia attraverso le sue donne"

SASSANO: PRESENTATO IL LIBRO DI GIACOMINA PENNA "SASSANO, LA SUA STORIA ATTRAVERSO LE SUE DONNE"

Organizzata dalla Pro-loco di Sassano, presieduta da Arcangela Calandriello, domenica 11 marzo, è stato presentato, nell’aula consiliare del Comune di Sassano, alla presenza di un numeroso pubblico, il libro scritto con impegno e passione da Giacomina Penna ’’Sassano:la sua storia attraverso le sue donne’’.
Sono intervenuti il Sindaco di Sassano Domenico Rubino, il Presidente della Pro-loco Arcangela Calandriello, il Dirigente Scolastico Maria Antonietta Trotta, la prima donna di Sassano preside di un istituto superiore, Maria Assunta Tropiano, componente della Commissione Provinciale Pari opportunità di Salerno, Teresa Masullo, Presidente della Pro-loco di Casalbuono e l’assessore Provinciale ai beni culturali Gaetano Arenare.
I lavori sono stati moderati da Carmela Baglivi.
"Gli scritti autorevoli sulle origini e sull’evoluzione socio-culturale del nostro Vallo di Diano ed in particolare su Sassano hanno sempre avuto come finalità quella di rendere maggiormente "eruditi"noi lettori riguardo le nostre radici in modo tale da creare quel connubio tra storia e presente,tra materia e spirito , importante affinché ognuno possa sentirsi in pace con l’anima. Ma bisogna pur dire che sono sempre stati degli scritti visti molto al maschile,trascurando il ruolo femminile nella nostra storia. Ciò che ho voluto evidenziare con questo scritto è si storia di Sassano, raccontata però al femminile,con ruoli in apparenza non di prima linea ma che in realtà sono sempre da protagonista , scrive nella prefazione l’autrice .
Un lavoro documentato di ricerca e soprattutto pazienza certosina nell’ascoltare fatti , aneddoti e leggende.
Diversi gli argomenti trattati nel libro: la maternità , l’educazione scolastica, l’economia domestica, il matrimonio, il rapporto medico-donna, il lavoro, la religione, il costume Sassanese, il vestito delle nonne, la mietitura, filare la lana i giochi, i dolci "canestredde" e "ricotta fritta", alla famigerata "cicciata", una ciotola di zuppa di fagioli,lenticchie e fave, che un famiglia aristocratica sassanese periodicamente offriva alla popolazione.
Le donne munite di recipiente si recavano nella parte alta del paese chiamandosi l’una con l’altra.
Storie e fatti che fanno parte di quel bagaglio culturale che nessuno dovrebbe relegare in soffitta.
Il pubblico presente ha molto apprezzato gli interventi dei relatori .
Maria Assunta Tropiano, prima e unica referente del Vallo Di Diano della Commissione Provinciale Pari Opportunità di Salerno, ha riferito in particolare che : "Per una donna d’oggi,lavorare e vivere le proprie esperienze familiari e personali e riuscire a gestire e conciliare i diversi ruoli che riveste è la prova che parità e valorizzazione delle diversità sono ormai una realtà.
Segno delle profonde trasformazioni del vivere delle donne e di cui bisogna essere consapevoli ".

PIETRO CUSATI
pietrocusati@tiscali.it
News pubblicata il 15-03-2007, letta 2744 volte
Segnala questa notizia ad un amico


Altre Notizie di Sassano Informazioni su Sassano
Immagini di Sassano Attivitŕ commerciali a Sassano

Accedi

Benvenuto nel Vallo di Diano,
fai login oppure registrati