TEGGIANO: UN’INDUSTRIA DOPO LO SCANDALO

Articolo tratto da: "Il Mattino"

Lo scandalo della forestazione fu al centro di una lunga stagione giudiziaria negli anni novanta. Da quella triste pagina, che segnò notevolmente il comparto agricolo, è stato successivamente possibile creare le condizioni per un moderno sviluppo delle comunità agricole territoriali.
Oggi appuntamento di rilievo nel salernitano: sarà inaugurata a Teggiano, alle ore 15, una struttura consortile denominata "Funghi e Natura", destinata alla lavorazione e alla commercializzazione di funghi freschi. Un’azienda moderna che avrà una funzione sociale molto importante in un momento di crisi, riuscendo a dare un’occupazione solida a un centinaio di persone.
In mattinata, alle ore 10 in Prefettura a Salerno, si parlerà dell’ importante iniziativa alla presenza del prefetto Claudio Meoli, del presidente della Provincia Angelo Villani,del presidente della Commissione parlamentare della Difesa Edmondo Cirielli, dell'assessore provinciale all'agricoltura Corrado Martinangelo, del commissario ad acta dell'ex Agensud Roberto Iodice e del rappresentante del corpo forestale dello Stato Enzo Stabile. Le vicende giudiziarie verificatesi una decina d’anni fa, per fortuna, non bloccarono la voglia di quanti volevano camminare lungo i sentieri dello sviluppo produttivo.
Determinante è stato il contributo della Procura di Salerno, coadiuvata dai consulenti dottor Donato Pasqualucci, dalla dottoressa Cosima Lanzara, dal sostituto procuratore dottor Vincenzo Senatore. Un ruolo di particolare impegno è stato svolto dal commissario ad acta dell'ex Agensud ingegnere Roberto Iodice, oltre che dai responsabili della Corte dei Conti regionale, della Polizia Giudiziaria, del corpo forestale e della Guardia di Finanza. Indagini rigorose dunque e, nello stesso tempo, ferma determinazione a far riprendere il cammino della crescita economica. Oggi si possono raccogliere i primi frutti di questa tenace azione.
L'impianto, che verrà inaugurato domani, è uno dei più moderni d'Europa. Entro i prossimi tre anni è prevedibile un utile netto di cinquecento mila euro con un impiego di manodopera che dalle complessive cento unità di oggi passerà a 125.

News pubblicata il 18-04-2009, letta 1647 volte
Segnala questa notizia ad un amico


Altre Notizie di Teggiano Informazioni su Teggiano
Immagini di Teggiano Attivitŕ commerciali a Teggiano

Accedi

Benvenuto nel Vallo di Diano,
fai login oppure registrati