HOME Notizie Rapina all’Agip, preso Marcello Cacace

ATENA LUCANA: RAPINA ALL’AGIP, PRESO MARCELLO CACACE

Il primo a complimentarsi con la brillante operazione condotta dai carabinieri della compagnia di Sala Consilina che ha portato alla cattura del pericoloso pluripregiudicato di San Giorgio a Cremano Marcello Cacace (nella foto) di 32 anni, fiancheggiatore del clan camorristico dei "Cavallari", è stato il comandante provinciale dell'Arma, generale Claudio Quarta, che ne ha seguito passo passo la cattura.

Un encomio meritato, che premia gli sforzi di circa 40 uomini che, al comando del capitano Giuseppe Costa, non si sono affatto risparmiati per assicurare alla giustizia il pericolo pregiudicato nel corso di una vera e propria caccia all'uomo durata oltre cinque ore. Per stanare il malvivente, infatti, sono stati impegnanti tutti i carabinieri delle stazioni di Caggiano, Auletta, Sala Consilina e del nucleo operativo e radiomobile con i loro rispettivi comandanti.

www.navigavallo.it L'uomo si era reso autore, alcune ore prima, di una rapina ai danni della proprietaria della stazione di servizio di Atena Lucana la quale, sotto la minaccia di una pistola, non ha potuto far altro che consegnargli l'incasso della giornata, ammontante a poco più di 2000 euro. L'uomo si trovava a bordo di una Lancia Y quando, senza destare sospetto alcuno, si era accostato vicino alla colonnina del carburante, chiedendo il pieno di benzina. Terminata l'operazione di rifornimento, era sceso dall'auto e, pistola in pugno, aveva costretto la signora a consegnargli tutto l'incasso contenuto nella borsetta, dandosi alla fuga. Ripresasi dallo spavento, la donna aveva subito fatto scattare l'allarme, provocando l'intervento tempestivo dei carabinieri che, dopo aver intercettato l'auto del rapinatore sulla corsia nord dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria, si sono messi all’inseguimento.

Sono stati attimi di panico sul tratto autostradale Atena Lucana-Petina sul quale, a causa dei lavori in corso per l'ammodernamento dell'arteria, si viaggia a senso unico alternato. Tra l'auto del bandito e la volante dei carabinieri, al momento dell'inseguimento, si era venuto a trovare casualmente un tir e, nonostante la prontezza dei carabinieri, che intanto avevano provveduto a bloccare l'autostrada allo svincolo di Petina, l'uomo era riuscito ad abbandonare l'auto e darsela a gambe. Non potendo effettuare sorpassi azzardati, e prevedendo al successivo svincolo la presenza di altri militari dell'Arma, il malvivente, dopo aver abbandonato l'auto, si era dato alla fuga per le campagne circostanti. I carabinieri, però, non allentavano la morsa e, con uno spiegamento notevole di forze, riuscivano ad individuare la zona sulle montagne di Pertosa dove l'uomo si era nascosto. Braccato, si è arreso. In arresto, ieri mattina il gip del Tribunale di Sala Consilina ne ha convalidato il fermo.



Rocco Colombo - Il Mattino
News pubblicata il 18-02-2006, letta 3401 volte
Segnala questa notizia ad un amico


Altre Notizie di Atena Lucana Informazioni su Atena Lucana
Immagini di Atena Lucana Attivitŕ commerciali a Atena Lucana

Accedi

Benvenuto nel Vallo di Diano,
fai login oppure registrati