HOME Notizie Pensionato vittima dei rapinatori con lo spray

SALA CONSILINA: PENSIONATO VITTIMA DEI RAPINATORI CON LO SPRAY

Nel centro capofila del Vallo di Diano, un metĂ  settimana decisamente da dimenticare.

Colpa di una vile aggressione, a scopo di rapina, di cui è stato vittima un pensionato settantenne, e di inqualificabili atti teppistici messi a segno dai soliti ignoti, nella notte tra mercoledì e giovedì, in piazza Umberto I, la principale della città, e nella vicina via Guerrazzi.

In via Matteotti, in pieno centro cittadino, intorno alle nove del mattino, il primo episodio.

Un uomo di 70 anni, del cui nome e cognome, per ovvi motivi di privacy, sono state rese note soltanto le iniziali, A.D., era appena uscito dall'Ufficio postale quando è stato aggredito da tre delinquenti che gli hanno anche spruzzato sul volto l'intero contenuto di una bomboletta spray, facendogli perdere l'equilibrio.

Quindi gli hanno sottratto la pensione, circa mille euro, che aveva appena riscosso alle Poste, e sono fuggiti a bordo di un'auto parcheggiata a poca distanza e sulla quale probabilmente c'era un complice ad attenderli.

La vittima, nell'improbabile tentativo di recuperare quanto gli era stato rapinato, ha cercato di fermare l'automobile, ma, per l'emozione e, presumibilmente, soprattutto per gli effetti della bomboletta spray, si è accasciato al suolo.

In suo soccorso è immediatamente intervenuta una signora che lo aveva visto cadere a terra. E subito dopo è giunta sul posto un'auto della Polizia municipale a bordo della quale l'anziano pensionato ha raggiunto il locale presidio di Guardia Medica per le prime cure.

Quindi il trasporto con un'autoambulanza della Croce Rossa all'ospedale «Luigi Curto» di Polla, dove A.D. è tuttora ricoverato. Le sue condizioni, comunque, non destano preoccupazione.

Quanto agli episodi di teppismo, essi hanno avuto come obiettivo le vetrine di un laboratorio fotografico e di una pasticceria nonché il portone di un'abitazione in piazza Umberto I, e la facciata delle Elementari della vicina via Guerrazzi.

Le conseguenze: vetri in frantumi, danni al portone causati dalle fiamme appiccate ai sacchetti dei rifiuti, e scritte imbrattanti a danno dell'edificio della scuola primaria. Insomma i soliti, inqualificabili atti di vandalismo messi in atto per il solo, stupido gusto di colpire.

Giuseppe Lapadula


Note: Tratto da Il Mattino
News pubblicata il 19-05-2006, letta 1527 volte
Segnala questa notizia ad un amico


Altre Notizie di Sala Consilina Informazioni su Sala Consilina
Immagini di Sala Consilina Attivitŕ commerciali a Sala Consilina

Accedi

Benvenuto nel Vallo di Diano,
fai login oppure registrati