I Paesi del Vallo di Diano Pertosa


Comune di Pertosa

Abitanti: 819, Altitudine: 310 s.l.m.



La Storia

Pertosa è posta sul versante destro della valle del fiume Tanagro. Sulle sue origini non si hanno notizie certe e il suo nome deriva dal termine di dialetto arcaico "petrusu" (apertura), che fa riferimento all'apertura delle Grotte dell'Angelo. Queste ultime rappresentano sicuramente la risorsa simbolo della città e riportano testimonianze di frequentazioni umane tra le più antiche del territorio salernitano. Numerosi reperti dimostrano che le grotte furono abitate fin dall'età della pietra e successivamente l'antro fu utilizzato dai Greci e dai Romani come sede di culto, e fu poi dedicato dai cristiani a San Michele Arcangelo. Le Grotte dell'Angelo sono il fenomeno carsico campano più importante e attraggono turisti provenienti da tutto il mondo. Gli studiosi ne individuano l'origine a circa 35 milioni di anni fa. Nell'androne che fa da accesso alle grotte è collocato un altare dedicato a San Michele e un barcone permette di entrare nelle cavità in maniera molto suggestiva, attraversando un corso d'acqua che ha origine dalle acque sotterranee, e che prende il nome di Fiume Negro. Il comune di Pertosa si trova ad un'altitudine di 310 metri sul livello del mare e conta 819 abitanti. I prodotti tipici sono legati alla lavorazione artigianale di ricami, ferro, vimini e alla riproduzione artistica in legno. Altri luoghi di Interesse: (grazie a Vito) Museo MIDA01 Museo Geologico che trae spunto dalle Grotte di Pertosa.Offre la possibilità di comprendere meglio il fenomeno del carsismo e l'ecosistema delle Grotte.Innaugurato dal presidente Bassolino ospita ogni anno oltre ai turisti,convegni di qualsiasi genere,mostre,spettacoli teatrali e varie iniziative. Chiesa di Santa Maria delle Grazie Ricca di testimonianze artistiche che ne segnano la storia la chiesa è cresciuta nell'arco dei secoli.Conserva 2 pregevoli dipinti:l'affresco della Madonna delle Grazie di autore ignoto del 1400,con la sovrapposizione di un polittico datato 1635 rappresentante vari santi.Nell'abside troneggia il grande quadro dell'Immacolata del 1598,di cui è autore Bernardo Lama. Chiesa di San Benedetto Testimonianza dell'epoca benedettina si trova al centro del paese.Troviamo una iscrizione murale ed una tela raffigurante il transito di San Giuseppe. Forra di Campostrino La forra è un sistema morfologico e vegetazionale di notevole valore paesaggistico e naturale.E' storicamente un luogo impervio e di difficile attraversamento. Cascata di Maremanico L'apertura del canale Maltempo operata dai Borboni nello scorso secolo ha permesso al tanagro di scorrere nella forra di Campostrino.Un salto di 10metri caratterizza la suggestiva cascata. Piazza De Marco La piazza di recentissimo impianto è stata costruita tra la scuola elementare ed il palazzo De Marco.E' il centro di Pertosa ed è ritrovo della popolazione.Nel centro è situata una fontana che ricorda le Grotte di Pertosa Ruderi dell'antico Mulino Vicino alla Cascata di Maremanico, il mulino è stato l'unico della zona fino all'inizio del 1900. Rimangono ben visibili le 2 torri a cono inverso. Oggi è attraversato da un piccolo torrente che crea una magica atmosfera soprattutto di sera e in occasione del NEGRO FESTIVAL in agosto.

Uffici Pubblici e Numeri Utili

Municipio Via Santa Maria n°1 Tel.0975 397028
comunedipertosa@tiscali.it
sindaco.pertosa@tiscali.it


Proverbi di Pertosa:
fuoc stutat e a cavrara ca vodd

Attività Commerciali a Pertosa


Farmacie

Farmacia Rossi Dr.Elisabetta Via Europa n°5 Tel.0975 397297

Le Scuole

Scuole Elementare Tel.0975 397072

Feste e Manifestazioni

Festa Patronale di San Vittorio 14/05
San Benedetto 21/03
Durante le festivitĂ  natalizie viene allestito un presepe nelle Grotte dell'Angelo

Agosto: Negro Festival
Maggio: Sagra del carciofo bianco di Pertosa
Febbraio: Carnevale Pertosano
Aprile: 1a Edizione del Trofeo "Tanagro in Canoa"
00: Festival negro 2011
00: negro 2014


Accedi

Benvenuto nel Vallo di Diano,
fai login oppure registrati