I Paesi del Vallo di Diano Sant'Arsenio


Comune di Sant'Arsenio

Abitanti: 3000, Altitudine: 463 s.l.m.



La Storia

Sant'Arsenio è una delle ridenti e graziose cittadine del Vallo di Diano.Il territorio prevalentemente ricco di boschi gode di un clima mite e di una particolare bellezza dei luoghi che rendono questo piccolo paesino accogliente e tranquillo. Percorsi naturalistici e storici E' possibile effettuare escursioni e pic-nic sul Monte Carmelo e sostare per più giorni presso il RIFUGIO in loc. Lago. Inoltre dal Monte Carmelo si possono effettuare magnifici voli per gli appassionati di parapendio e deltaplano. Posizione geografica Graziosa località che si propone, lungo la dorsale appenninica della Provincia di Salerno, quale porta d'ingresso del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.Un ridente paese,geloso custode di incontaminati valori esistenziali che sembra esistere per proporre con convinzione,proprio nella disattenta realtà dei tempi moderni,inaspettata testimonianza di storia e di orgogliose memorie. Per la mitezza del clima e per la bellezza dei luoghi, durante la stagione estiva Sant'Arsenio si popola di numerosi villeggianti.Tutto è storia e quasi per una forma di inconscio rispetto dell'ambiente naturale e della memoria vi è una vivibilità difficilmente riscontrabile nei grandi centri urbani .Il visitatore addentrandosi nel centro storico scopre un'architettura urbanistica ordinata e percorrendo le caratteristiche strade sarà attratto dai ridenti balconi, ingentiliti da piante e fioraie, che sembrano dare un silente benvenuto al turista.L'ospitalità sincera di una disponibile gente concorre a rendere seneramente piacevole il soggiorno ed il calore dei suoi abitanti farà ritornare in questa ridente porta d'ingresso dello storico Vallo di Diano, gloriosa terra ricca di tradizioni ,sapori e saperi. Come arrivare Sant'Arsenio dista circa 6 km dall'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, con uscita al casello di Polla. In alternativa, il centro è raggiungibile in auto mediante la Strada Statale n.426 Teggiano-Polla. La stazione delle Ferrovie dello Stato più vicina è quella di Polla, a circa 6 Km, sulla linea Lagonegro-Sicignano degli Alburni( sono previsti collegamenti giornalieri-con pulmann sostitutivi- ), 6 corse giornaliere sia nell'orario estivo che nell'orario invernale, per Battipaglia e per Lagonegro. Il Comune è raggiungibile anche mediante autobus di autolinee private sulla linea S.S. n.426 - S.S. n.19 - Autostrada A3: sono previsti collegamenti per Polla (2 corse giornaliere), per Sa la Consilina (2 corse giornaliere) e per Salerno-Napoli (2 corse giornaliere ore 6,20 e 8,20) Per Roma ore 6,30 · da Salerno per Sant'Arsenio ore 12,00 e ore 15,00 P.zza della Concordia · da Napoli per Sant'Arsenio ore 14,00 P.zza Municipio · da Roma per Sant'Arsenio ore 16,00 Roma Fermata Eur Palazzetto (laghetto) Monumenti, chiese e parchi naturali Il sito naturale di maggior interesse è il Monte Carmelo(1100 mt di altezza) , facilmente accessibile mediante strada asfaltata che conduce fino alla vetta della montagna ove è situato l'omonimo santuario. Da qui è possibile godere del panorama, particolarmente suggestivo, del Vallo di Diano e trascorrere momenti di tranquillità a contatto con una natura incontaminata,dove sono presenti attrezzature per la sosta giornaliera, percorsi naturalistici,con possibilità di piacevoli pic-nic per la presenza di punti attrezzati e sosta di più giorni presso il rifugio gestito dalla Società mista pubblico -privato " Antico Borgo" .Di particolare interesse artistico ed architettonico è il "Borgo Serrone" situato sulla parte alta del paese che conserva intatta la sua originaria struttura. Esso è costituito da una serie di chiese e cappelle che presentano interessanti portali di ingresso in pietra e sono databili tra il '600 e il '700, come ad esempio quella della SS.Annunziata ,Santa Maria de' Martiri, nonchè da un complesso di antichi palazzi signorili. Tra gli altri, si ricorda il Palazzo Cafaro che presenta il portone in pietra e la facciata in stile neoclassico con quattro busti in stucco (1800). Panorama La Storia ( di Giuseppe Aromando e della Pro Loco) La fondazione esatta del paese resta incerta, anche se ci si può orientare verso l'Altomedioevo. Certa è la presenza di monaci italo-greci ( VIII-IX sec.), che qui edificarono un loro " Cenobio " dedicato a Santa Sofia, guidati dall' igumeno " Scenute". Seguiranno poi le civili abitazioni atte ad ospitare i pastori, che erano arroccati presso le grotte carsiche del Serrone, con la bonifica ed il dissodamento dei terreni a valle, gli abitanti dal borgo Serrone iniziarono a stanziarsi presso il piccolo cenobio. Nel IX sec. Sant' Arsenio appartiene al Castaldato di Diano, nel 1136 il Casale e la Chiesa di Sant' Arsenio vengono donati alla Badia della S.S. Trinità di Cava de' Tirreni da Silvestro I (o II ) Guarna. Nel 1306, per effetto della latinizzazione di queste terre grecofone, il Casale subirà il cambio del nome da "sanctus Arsenius in sanctus Alfanus" . Sant' Arsenio, entrerà così a far parte della giurisdizione canonica della Badia prima e della Dioce- si di Cava poi (XVI sec. ), e per quanto concerne la civile e criminale sarà soggetto allo Stato di Diano, (Guarna prima e Sanseverino poi), dal XVI sec. in poi, seguirà la sorte delle grandi famiglie fino ad arrivare a quella dei Calà, il 7 luglio 1654, Diano con tutti i suoi Casali diventa Feudo dei Calà fino, quasi, all' eversione della feudalità (inizi XIX sec.). Il '600 per il Regno di Napoli, come per lo Stato di Diano e Casali annessi, non fu un periodo tranquillo. Infatti la fame, le carestie e le tasse oberavano il popolo, il quale si rivoltò all' invasore spagnolo con diverse forme proprie di ribellione. Il banditismo provinciale '600 sco ebbe qui il suo esponente maggiore, infatti, Giovan Battista Verricella, detto Tittariello, preoccupò non poco il Vicerè spagnolo di Napoli che non esitò ad inviare truppe di mala milizia per debellare tale piaga. Il '700 segnerà la riscossa rispetto al secolo precedente. Infatti l' incremento demografico e con essa l' incremento delle arti e dei mestieri, arrecherà a Sant' Arsenio quel benessere sospirato. S' incrementa l' edilizia civile così come testimoniano i numerosi palazzi gentilizi quali: ( Baronale oggi Pessolano, D' Aromando, Cafaro, Mele, Costa, Florenzano e varie case nobiliari), e quella religiosa testimoniata dalle altrettante numerose chiese e cappelle che si snodano lungo lo svolgimento a nastro delle cortine edilizie quali: ( la Parrocchiale di Santa Maria Maggiore, S.S. Annunziata, San Rocco, San Sebastiano (già San Bernardino e del S.S. Nome di Dio), S.S. Salvatore, San Vito, San Tommaso, Sant' Antonio, Santa Maria de' Martiri , San Leonardo, Santa Lucia e Maria S.S. del Carmine). L' 800, segnerà per il Comune di Sant' Arsenio e per il Sud in genere, il ritorno al passato. Infatti l' annessione al Regno d' Italia provocherà tumulti e ribellioni espresse con il brigantaggio Post-Unitario, facendo così ripiombare questi piccoli centri nell' oblio e nell'oscurità. Il terremoto del 16 dicembre 1857, infliggerà il colpo di grazia ad una realtà già di per sé povera, contribuendo così alla già grave depressione economica e sociale in atto. Il finire dell'800 e l' inizio del '900, vedranno enormi masse di popolazioni imbattersi nelle emigra- zioni verso le sospirate ricchezze idealizzate nelle Americhe; le quali saranno l' immaginario di molti santarsenesi. Solo nel secodo dopoguerra (1945), il paese ha potuto sperimentare il tanto atteso e sospirato benes- sere, sapendo rinnovare il suo volto provato dalle rughe della miseria e della povertà.

Uffici Pubblici e Numeri Utili

Comune Tel. 0975/398433 Tel. 0975/399362


Polizia Municipale 0975/398033


AZIENDA SANITARIA LOCALE(struttura psichiatrica) v.S.Vito 0975/398030


AZIENDA SANITARIA LOCALE v.S.Rocco 0975/396212

POSTE


Proverbi di Sant'Arsenio:
Tieni chiù corna tu ca nu panaro chino r' maruche

Soprannomi di Sant'Arsenio:
miereco e dutturi

Attività Commerciali a Sant'Arsenio


Servizi

Pro-loco Sant'Arsenio 0975/399402 prolocosantarsenio@tiscalinet.it
Informagiovani www.santarseniogiovani.it

Farmacie

FARMACIA Dott. Nicola PRIORE p.Municipio n°2 Tel. 0975/396068

Le Associazioni

Associazione Culturale Voci dal Sud

Associazione Culturale Luigi Pica

Le Scuole

ITC A. Sacco - Istituto Alberghiero

Feste e Manifestazioni

Festa Patronale Sant'Anna e Sant'Arsenio 26 Luglio
Sant'Antonio - Giugno
"Il Brigante Tittariello" rievocazione storica, e percorso gastronomico - inizio Agosto.
San Rocco 16 Agosto.

Agosto: Brigante Tittariello
Agosto: Terron Punx
Agosto: Voci dal Sud - Summer Festival


Accedi

Benvenuto nel Vallo di Diano,
fai login oppure registrati