Chiesa di San Martino (Teggiano)

Di epoca rinascimentale, quindi posteriore alle altre chiese di Teggiano, S. Martino ha subito nel corso dei secoli numerosi restauri; non ultimo quello successivo all'incendio del 1820, opera di Giovanni Carrano.
La pianta ├Ę basilicale, a tre navate separate da colonne monolitiche in pietra, senza transetto; dal presbiterio si accede all'abside, poligonale voltato a vela, attraverso un arco trionfale a tutto sesto poggiante su solidi pilastri.
L'accesso all'interno ├Ę dato attraverso un porticato a tre arcate a tutto sesto poggianti su colonne lisce; le volte sono a crociera.
Il portale principale, affiancato da due porte minori, pur non recando iscritta alcuna data, presenta forme decorative di epoca tardo-settecentesca; ├Ę formato da due pilastri poggianti su un piedistallo, ornati da due scudi gentilizi e sormontati da un architrave con fregio.
Le notizie storiche indicano S. Martino come parrocchia fino al 1940.


Testo tratto dal sito web della Proloco di Teggiano.

Accedi

Benvenuto nel Vallo di Diano,
fai login oppure registrati