POLLA: IL DISTRETTO SANITARIO CAMBIA FACCIA

Articolo tratto da: "La Città Di Salerno"

La fine dei lavori di due grosse sezioni nell'ospedale di Polla coincide con il riscontro di due dati positivi, inerenti le attrezzature comprate nel plesso ospedaliero di Polla-Sant'Arsenio dal 2001 al 2003 e il numero dei dipendenti che dal 2000 al 2003 ├Ę aumentato sia nei due ospedali che nei distretti sanitari. Dati che offrono due conferme. Innanzitutto i soldi vengono spesi e rispetto a Vallo della Lucania c'├Ę uno scarto di 200mila euro circa. Ma anche che la distribuzione di questo denaro deve essere rivista per migliorare i servizi e renderli pi├╣ funzionali ed efficienti. Partiamo per├▓ dal primo dato positivo. L'ospedale di Polla attende oramai solo la consegna formale dei lavori di due ali, verticale e orizzontale, da parte della ditta esecutrice. I lavori sono difatti terminati e nelle prossime settimane i nuovi spazi saranno occupati da chirurgia, pediatria, otorinolaringoiatria, oculistica, ortopedia, centro trasfusionale e anatomia patologica. La struttura attende a questo punto il completamento ulteriore di un'altra sezione verticale e della piattaforma di emergenza, con il completamento anche della risonanza magnetica. Ma se da un lato i lavori si concludono e, come conferma lo stesso sindaco di Polla, Giuliano, la consegna formale avverr├á a giorni, dall'altro lato, dalla direzione generale dell'Asl Sa/3 arrivano dati positivi. In primis, quelli che riguardano le spese sostenute per comprare attrezzature sanitarie destinate al plesso ospedaliero Polla-Sant'Arsenio. Dai dati emergerebbe che dal 2001 per Polla-Sant'Arsenio siano stati spesi tre milioni e 563 euro circa mentre per Vallo della Lucania tre milioni 752 euro circa. ┬źUn dato che ├É secondo Giuliano ├É dimostra che nonostante Vallo della Lucania sia Dea di secondo livello e quindi avente diritto, per legge, a pi├╣ denaro, Polla-Sant'Arsenio ha ottenuto un buon risultato, a testimonianza che non esiste l'intenzione di depotenziare gli ospedali┬╗. A questo si aggiunge il fatto che dal 2000 al 2003, il numero degli infermieri ├Ę passato in entrambe le strutture valdianesi da 299 a 323, il numero dei medici da 111 a 115, mentre l'attuale numero degli operatori nei distretti sanitari ├Ę di 170 unit├á. ┬źIl problema ├É secondo il presidente della conferenza dei sindaci dell'Asl Sa/3, Donato Pica ├É ├Ę quello di organizzare e razionalizzare i servizi e la distribuzione delle risorse. In questo contesto, assumono rilevanza, gli interventi conseguenti alla realizzazione dell'atto aziendale e alle previsioni del Piano ospedaliero regionale. Come rappresentanti del territorio, l'intenzione ├Ę di portare avanti il rafforzamento della sanit├á valdianese┬╗. Tra le spese pi├╣ rilevanti quella della nuova Tac di Polla pari a un milione e 300mila euro circa, ma anche il sistema ultrasuoni per l'Utic della cardiologia e l'ecografo Pro sound per la chirurgia.
News pubblicata il 08-11-2003, letta 2590 volte
Segnala questa notizia ad un amico


Altre Notizie di Polla Informazioni su Polla
Immagini di Polla AttivitÓ commerciali a Polla

Accedi

Benvenuto nel Vallo di Diano,
fai login oppure registrati